Giovanni Falcone venticinque anni dopo

 

  di Corrado Stajano [Venticinque anni fa morivano Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e gli agenti Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. Questo articolo è uscito sul supplemento domenicale del «Sole24 ore»] Brandelli di un diario scritto soltanto ora. Conobbi Falcone un pomeriggio d’autunno del 1979 in una stanzina che gli faceva da ufficio al pianterreno del Palazzo di Giustizia di Palermo, intimidente e avvelenato da sempre. Sostituto procuratore per 15 anni a Trapani, era arrivato alla fine dell’anno passato: le inchieste di mafia non gli erano mancate nel Trapanese, Leggi tutto l'articolo →

alberto

Inserito da Alberto Saso

Presidente Onorario - New Estro-Verso - KulturaWebTv

Tornano le sfere bianche: per il secondo anno volano sul Simposio del Cun

 

 La conclusione della venticinquesima edizione del Simposio Mondiale sugli Ufo organizzato a San Marino dal giornalista aerospaziale Roberto Pinotti per conto del Cun e con il concorso del Governo della piccola Repubblica, è stata caratterizzata da un evento imprevedibile e inatteso: il sorvolo del Monte Titano da parte di una “flottiglia” di Ufo fra le 10.15 e le 10.40 di domenica 14 Maggio. “La maggioranza degli oltre 300 congressisti convenuti da Canada, Francia, Bulgaria, Germania, Svizzera, Giappone e Italia non si è accorta della cosa, e solo una trentina di Leggi tutto l'articolo →

alberto

Inserito da Alberto Saso

Presidente Onorario - New Estro-Verso - KulturaWebTv

Xenofobia o aporofobia ?

 

 Milagros Pérez Oliva per “El Paìs” POVERO TRA I CASSONETTI La docente spagnola di filosofia Adela Cortina pubblica il libro “Aporofobia: el rechazo al povre” (aporofobia, il rifiuto del povero) per partecipare al dibattito pubblico e dare un nome a ciò che non si vede. Secondo lei, dietro l’ondata di xenofobia che invade Europa e Stati Uniti, c’è un sentimento di avversione chiamato appunto “aporofobia”: «Quello che dà fastidio degli immigrati e dei rifugiati non è il fatto che siano stranieri, ma che siano poveri». Tutte le fobie sono patologie Leggi tutto l'articolo →

alberto

Inserito da Alberto Saso

Presidente Onorario - New Estro-Verso - KulturaWebTv

Politici, tecnici e tifoserie

 

 da la rivista Il Mulino È tornata in campo, tiepidamente, la storia della contrapposizione fra politici e tecnici, a volte con la solita citazione della frase attribuita a De Gasperi: «Il politico guarda alle prossime elezioni, lo statista alle prossime generazioni». A prescindere dal fatto che in quella frase si parla di statisti e non di tecnici, in tutto questo dibattito c’è una bella quota di ipocrisia (e passi), ma soprattutto una sottovalutazione dei termini complessivi del problema. Partiamo da una constatazione semplice: lo statista guarderà senz’altro al futuro, ma Leggi tutto l'articolo →

alberto

Inserito da Alberto Saso

Presidente Onorario - New Estro-Verso - KulturaWebTv

Poesia della convalescenza

 

  (scrittura per una guarigione) versi letti da Roberto Borghesi alla Polifonia fariana   Sei venuto a me Morbo inatteso E mi hai sorpreso Dentro al corpo sano. Mi hai avvolto Di dolore Hai forzato  il mio corpo Robusto Ed e iniziata una lotta Come giacobbe con l angelo. Mi sono piegato Ripiegato Mi hai piagato Mi so armato di farmacia E dentro di me Ti ho affrontato Come uno straniero. Poi il tuo fervore Si e placato Con la febbre Ti sei allontanato La quiete lentamente Ha fatto ritorno Dopo Leggi tutto l'articolo →

alberto

Inserito da Alberto Saso

Presidente Onorario - New Estro-Verso - KulturaWebTv

Un esercito di Puffi invade Roma per promuovere Bruxelles

 

 Un esercito di Puffi invade Roma per promuovere BruxellesL’iniziativa promossa in Europa dal Governo di Bruxelles offre la possibilità di vincere soggiorni “su misura” presso la capitale belga grazie ai Puffi! Un esercito di Puffi invade Roma per promuovere Bruxelles Sponsorizzato da Il Governo della Regione di Bruxelles-Capitale ha lanciato oggi a Roma la campagna “Where will Brussels take you?”, iniziativa realizzata per promuovere l’immagine di Bruxelles in tutta Europa. La campagna è stata presentata oggi simultaneamente in Germania, Spagna, Francia, Italia, Paesi Bassi, Regno Unito, e naturalmente in Belgio, con Leggi tutto l'articolo →

redazione

Inserito da Jean Bruschini

Autore - Presidente Estro-Verso jeanbruschini.estro-verso.net http://www.estro-verso.net Skype: estro-verso

Meninx

 

  Ulisse legato all’albero per resistere alle Sirene. Molti identificano l’attuale Gerba con l’isola dei Lotofagi, la fenicia Meninx. Meninx era il nome dato dai Fenici all’isola di Gerba (Djerba-Tunisia) nel X secolo a.C. Conosciuta anche col nome di Lotophagitis o isola dei Lotofagi, su cui sarebbe approdato Ulisse, secondo Omero. In essa si trovavano tre città principali: Meninx, Tipasa e Girba. Da quest’ultima le venne il suo nome attuale. Secondo alcune fonti storiche, fu in quest’isola che, nel 251,vennero proclamati imperatori romani  Treboniano Gallo e  e suo figlio Volusiano … Il breve video Leggi tutto l'articolo →

redazione

Inserito da Jean Bruschini

Autore - Presidente Estro-Verso jeanbruschini.estro-verso.net http://www.estro-verso.net Skype: estro-verso

Perdono a Fonte Avellana 7-9 luglio 2017

 

 “Trattenere la rabbia e il rancore è come tenere in mano un carbone ardente con l’intento di gettarlo a qualcun altro: sei tu quello che viene bruciato.” (Buddha) (lo Scriptorium avellanita calcato da Dante) Il perdono è un dono al massimo grado, implica l’accettazione di ferite profonde e dolorose e una umiltà che auspica il bene di chi ci ha fatto del male. C’è un perdono laico (afferente al diritto, alla giustizia) e un perdono ispirato a principi religiosi (il vangelo ci invita a perdonare 70 volte 7, cioè sempre): Leggi tutto l'articolo →

alberto

Inserito da Alberto Saso

Presidente Onorario - New Estro-Verso - KulturaWebTv

Le Lézard Rouge

 

 Costruito nel 1910 in Francia dalla Società Byle e Bacalon, il treno oggi denominato LUCERTOLA ROSSA (Lézard Rouge), originariamente fu destinato al Bey (principe) di Tunisi, alle sue mogli e alla sua corte. Composto da diversi vagoni, di cui uno, appunto, per il Bey, uno per le mogli, un vagone ristorante e due per i bagagli, oggi è ancora in perfetto stato e percorre un suggestivo giro turistico di 43 km tra i canyon delle miniere di fosfato, partendo da Métlaoui, città situata tra Tozeur e Gafsa, nel centro-ovest della Tunisia. Grazie Leggi tutto l'articolo →

redazione

Inserito da Jean Bruschini

Autore - Presidente Estro-Verso jeanbruschini.estro-verso.net http://www.estro-verso.net Skype: estro-verso