Non è di attesa

Non è di attesa su due strofe de “La vita solitaria” di Giacomo Leopardi Non è di attesa questo stare a un riva assente, compreso nel suo silenzio d’acqua, di foglie, nel sole, al sommo dell’estate, in quell’ora ferma che ferma il tempo. Non è di attesa la tua sosta, se qui l’amore non ti attende, perduto all’illusione che lo custodiva. Un’età irrevocabile lo tiene, adesso. Ne dice a te la nostalgia e questa riva assente, di silenzio, al sommo dell’estate, quest’ora ferma della tua vita. Inserito da Donatella Giancaspero Leggi tutto l'articolo →

 

Quante lune

Quante lune a Giacomo Leopardi Quante lune alle tue sere di stellate memorie e, sottese al silenzio, le parole, pensose, a figurarle, se, nel giardino rischiarato, un suono vago ti muove, eco d’infanzia, dei tuoi fioriti anni la speranza; speranza intatta del domani, che sola può far fiorire l’oggi. Ma disattesa gli rimane, disperata di sé, col desiderio, spenta alla tua vita, spento l’amore… E cadono le lune, cadono giù dalle tue sere, sprofondano più nere nel nero inconsolato della notte.     Inserito da Donatella Giancaspero