Giovanna Iorio, tra silenzio e attesa

Questo articolo è stato letto33 volte!

di Giovanni Fierro

C’è sempre bisogno della neve.
Anche quando non c’è, anche quando è da qualche altra parte.
Forse è l’invocazione al suo bianco, che tutto copre o che tutto svela?,
forse è la necessità del suo silenzio, che mette sempre radici profonde….
La neve è altrove” è la raccolta poetica di Giovanna Iorio,
autrice che vive a Roma,

Giovanna Iorio

dal libro:

Mi piacciono le mani
quando non afferrano niente
quando se ne stanno ferme e il tempo
mi attraversa le dita come se fossero rami
e il vento la vita.

*

La neve è altrove
a noi parla il grigio del cielo
da qualche parte le volpi attraversano
pagine bianche – Oh, voi che affondate
le zampe in questo silenzio
tornate.

*

Vedi, a me non importa l’eternità. È noiosa.
Tutto in fondo si ripete all’infinito. Io amo
le cose che finiscono soprattutto se posso
sentirne il suono: le foglie, il temporale, la voce,
il tuo sorriso.

*

Sono soli perfino gli alberi
nei boschi in un giorno senza vento

*

Faccio quello che posso:
impasto il pane
metto a bollire un osso
scelgo con cura le verdure
riempio la stanza di vapore
nel bianco scompare il dolore.

alberto

Inserito da Alberto Saso

Presidente Onorario - New Estro-Verso - KulturaWebTv

 
Questo articolo è stato pubblicato in Poesia da alberto. Aggiungi ai segnalibri Link.
alberto

A proposito di alberto

Presidente Onorario - New Estro-Verso - KulturaWebTv

Lascia un commento